Il gigante tecnologico russo Yandex ha dichiarato che sta valutando di espandere la sua flotta di auto a guida autonoma fino a 1.000 unità entro i prossimi due anni al fine di accelerare i test sulla tecnologia nascente. Yandex spera di iniziare a testare più di 100 delle sue auto a guida autonoma su strada entro la fine di quest’anno. Ha già una flotta di 90 auto, 35 delle quali sono state testate sulle strade di Mosca con un ingegnere presente.

“Abbiamo in programma di aumentare ulteriormente la flotta, fino a un migliaio di auto. Siamo in grado di produrre le prime mille auto abbastanza rapidamente entro uno e mezzo o due anni”, ha detto alla Reuters Dmitry Polishchuk, capo della divisione auto a guida autonoma di Yandex in un’intervista la scorsa settimana. “Questo è necessario per verificare rapidamente le modifiche negli algoritmi che stiamo realizzando”, ha affermato. Una ricerca pubblicata dalla banca HSBC a gennaio ha affermato che il software di guida autonoma della società russa lo ha messo alla pari con i leader mondiali della tecnologia e che stava raggiungendo Google Waymo.

Yandex non ha rivelato quanto ha investito nella tecnologia della guida autonoma, ma Polishchuk ha affermato che una sola auto costa 6,5 ​​milioni di rubli ($ 98.000). Ha detto che il prezzo era sceso dai 9,5 milioni che era costato costruire il primo prototipo dell’azienda. “Inoltre, l’auto è diventata tecnologicamente più avanzata”, ha affermato. Yandex ha iniziato a lavorare sulla tecnologia senza conducente nel 2016 e ha testato le sue prime auto nel 2017. Le auto sono attualmente in fase di test nei parchi tecnologici russi di Skolkovo e Innopolis.

La società ha anche ottenuto una licenza per testare il trasporto senza conducente in Israele l’anno scorso. Yandex, con oltre 30 uffici in tutto il mondo, è elencato sul NASDAQ dal 2011. I suoi servizi includono la consegna di cibo e un’attività di condivisione di viaggi con Uber in Russia, Armenia, Azerbaigian, Bielorussia, Georgia e Kazakistan, tra gli altri paesi. Polishchuk ha dichiarato che la società stava esaminando la possibilità di eseguire test negli Stati Uniti, dove ha affermato che la legislazione è stata la più progressiva.

Leggi anche: Waymo ha trovato ispirazione negli aeroporti per il suo hub di auto a guida autonoma in Arizona

Lascia una recensione

avatar
  Avvisami via email  
Notificami