Martin Winterkorn, ex presidente di Volkswagen coinvolto in passato nello scandalo dieselgate è ora sotto inchiesta della Procura di Braunschweig (Germania settentrionale) per presunta evasione fiscale. Domenica il quotidiano tedesco Bild am Sonntag ha rivelato la notizia. Winterkorn si è dimesso dalla presidenza VW nel 2015, quando è scoppiato lo scandalo delle emissioni diesel negli Stati Uniti. Alle accuse relative a quello scandalo, che è sotto i riflettori della giustizia sia in Germania che negli Stati Uniti, ora si aggiunge un’altra controversia per presunta evasione fiscale.

Volkswagen: nuovamente sotto indagine in Germania, l’ex CEO Martin Winterkorn, per presunta evasione fiscale

Il 31 gennaio 2017, un impiegato della Sparda Bank di Norimberga ha segnalato all’ufficio regionale della Baviera una mossa sospetta in uno dei conti di Winterkorn, che aveva trasferito 2 milioni di euro sul conto di un consulente finanziario a Monaco di Baviera. Questa scoperta ha portato a un’indagine. I procuratori di Monaco inizialmente avevano pensato ad un possibile caso di riciclaggio di denaro sporco, ma sempre tenendo presente  la possibilità che il caso fosse collegato allo scandalo delle emissioni dei motori diesel.

Monaco di Baviera consigliò ai procuratori di Braunschweig di mettere sotto il microscopio tutti i flussi finanziari che riguardavano i conti di Winterkorn dal 2008. In questa maniera gli investigatori hanno scovato altri trasferimenti di denaro sospetti allo stesso consulente finanziario del valore di 10 milioni di euro, di cui la maggior parte erano stati successivamente trasferiti in Svizzera.

Secondo la Bild am Sonntag, 3,4 milioni di euro sono finiti in un conto presso la banca Vontobel che gli investigatori attribuiscono alla moglie di Winterkorn, Annita Winterkorn. Ci sono anche movimenti sotto la lente di ingrandimento degli inquirenti che riguardano passaggi di denaro tra il conto dell’ex manager di Volkswagen e quello di uno dei suoi figli. L’avvocato di Winterkorn ha respinto tutte le accuse dicendo che i movimenti bancari sono stati effettuati in maniera del tutto legale.

Leggi anche: Volkswagen ha registrato il miglior primo semestre della sua storia

Volkswagen
Volkswagen: nuovamente sotto indagine in Germania, l’ex CEO Martin Winterkorn, per presunta evasione fiscale

Leggi anche: Nuova Volkswagen Touareg: la terza generazione aumenta il comfort con il Traffic Jam Assist

Lascia una recensione

avatar
  Avvisami via email  
Notificami