L’opzione “Full Self-Driving” di Tesla è stata mandata in pensione dal numero uno della casa automobilistica americana, l’amministratore delegato Elon Musk, che ha riconosciuto come questa potesse mandare in confusione i suoi clienti. Si trattava infatti di un opzione pensata per il futuro con la quale il cliente pagando 3 mila dollari in più avrebbe potuto godere della nuova tecnologia con un semplice aggiornamento via etere. Questo ovviamente nel momento in cui la guida autonoma di livello 5 fosse stata finalmente disponibile e legale da utilizzare in strada.

Tesla elimina dalle sue opzioni “Full Self-Driving” che creava confusione tra i clienti

Per il momento dunque l’idea di prevedere questa opzione è stata esclusa dalla società che probabilmente aspetterà di essere più vicina al lancio della guida autonoma di livello 5 di quanto non sia attualmente. In questo momento infatti le auto di Tesla godono di una guida autonoma di livello 2. La casa automobilistica che in questo momento è più avanti di tutti è Audi che con la sua recente A8 ha lanciato sul mercato la prima auto con guida autonoma di livello 3. Dunque per arrivare ad una guida autonoma completa c’è ancora molto cammino da fare e molti anni passeranno prima che questa sia pronta per la strada.

Leggi anche: Tesla acquista ufficialmente il terreno dove sorgerà la sua nuova fabbrica in Cina

Tesla Autopilot
Tesla elimina dalle sue opzioni “Full Self-Driving” che creava confusione tra i clienti della casa automobilistica di Elon Musk

Leggi anche: Tesla Model 3 è l’auto in cui i passeggeri hanno meno probabilità di farsi male per la NHTSA

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here