Telepass europeo, ecco dispositivo unico per pedaggi e parcheggi

Autore:
Ermelinda Gallo
  • Social Media Manager

Una svolta epocale per il nostro paese che, dopo 16 anni dall’introduzione della moneta unica, ora trova anche l’accordo per il telepass europeo, valido per pedaggio autostradale oltre che nel nostro paese anche in Spagna, Francia e Portogallo.

Arriva il telepass europeo

C’è voluto l’accordo tra il gruppo italiano Atlantia (capofila di Autostrade per l’Italia) il gruppo francese Aprr/Area e gli spagnoli di Pagatelia per raggiungere questo traguardo davvero importante per tutti coloro che questa estate vorranno passare le vacanze in uno dei tre paesi che, insieme con l’Italia, potranno usufruire di un telepass unico per pedaggi, ma anche per la sosta parcheggi. E se pensiamo a quanto siano meta di turisti italiani posti come Parigi, Barcellona e Lisbona, allora scommettiamo che l’opzione sarà davvero molto gradita.

Potrebbe interessarti anche: Guida autonoma a Torino, partono i test anche in Italia

Stesso discorso naturalmente anche per gli stranieri che verranno in visita nel nostro paese, del resto anche l’Italia non ha certo da invidiare alle altre nazioni in merito a mete turistiche. Con il nuovo telepass infatti sarà possibile utilizzare in automatico ben 400 parcheggi delle maggiori città europee, insomma il viaggio lungo la costa del Mediterraneo quest’anno sarà ancora più comodo e confortevole per coloro che viaggiano in macchina o addirittura in camper. Ma come funziona il nuovo telelpass europeo? La procedura è molto semplice, chi è già in possesso del telepass può chiedere l’attivazione al nuovo dispositivo. Chi invece non è ancora cliente, può semplicemente sottoscrivere un nuovo contratto. Per quanto concerne i costi, l’attivazione è di 6 euro, mentre il costo mensile per chi effettivamente viaggia fuori dall’Italia è di 2,40 euro.

Ai caselli francesi dovremo quindi imboccare la T arancione di Télépéage, mentre per quelli spagnoli dovremo scegliere la Via T sempre contrassegnata con la lettera T ,ma stavolta i colori sono bianco e azzurro. Il nuovo sistema risulta essere particolarmente comodo ora anche in Portogallo, visto che in questo paese non ci sono barriere di pagamento, con pedaggi gestiti solo elettronicamente. Con questo telepass europeo quindi siete a cavallo.

Arriva l’accordo tra Francia, Spagna, Portogallo e Italia per il telepass europeo

Potrebbe interessarti anche: Spotify sta per lanciare il dispositivo che ci fa ascoltare la sua musica in auto