Sistema di controllo della pressione degli pneumatici: guida all’installazione

Autore:
Cosimo Convertino

Molto spesso ci si ritrova ad affrontare perdite di pressioni o forature improvvise che possono rappresentare un grave pericolo alla guida specie se si viaggia a velocità elevate. Per evitare questi inconvenienti è importante procedere con l’installazione di un sistema di controllo della pressione degli pneumatici sulla propria auto così da avere sempre tutto sotto controllo. Ne esistono di diverse tipologie e ognuna di essa si differenzia sia per tecnologia sia per modalità di installazione. Di seguito andremo a scoprire nello specifico di cosa si tratta.

Car, Tyres
Photo by HutchRock – Pixabay

Nelle automobili prodotte non proprio di recente non è presente alcun sistema in grado di leggere in maniera automatica le pressioni di tutti i vari pneumatici per cui è necessario procedere con l’acquisto di prodotti aftermarket. L’installazione di un sistema di controllo della pressione degli pneumatici, in genere, richiede pochi minuti per essere completata in maniera corretta ma tutto dipende anche dalla tipologia di sensori scelta e dal tipo di pneumatici montati sul proprio veicolo.

Attualmente ne esistono di diverse tipologie per cui è importante assicurarsi che il prodotto che ci si accinge ad acquistare ed installare sia completamente compatibile sia con l’auto sia con i pneumatici utilizzati. Sicuramente si tratta di una spesa molto utile in quanto permette di guidare con una maggiore sicurezza e di tenere a bada in tempo reale sia l’eventuale presenza di forature sia le perdite di pressioni dovute ad un gonfiaggio errato o semplicemente all’usura delle camere d’aria.

Sistema di controllo della pressione degli pneumatici: guida all’acquisto

Il sistema di controllo della pressione degli pneumatici, noto anche come TPMS (Tire Pressure Monitoring System), è un componente essenziale per la sicurezza stradale. Quando si tratta di acquistare uno di questi sistemi aftermarket per il proprio veicolo ci sono diverse considerazioni importanti da tenere a mente così da effettuare un acquisto corretto. In primo luogo, è fondamentale verificare la compatibilità del sistema con l’auto posseduta e gli pneumatici montati. Questi ultimi sono caratterizzati da un codice specifico che li contraddistingue per cui verificare la compatibilità è davvero semplice.

Valutate se desiderate un sistema diretto il quale monitora la pressione dei singoli pneumatici in tempo reale o un sistema indiretto che rileva le differenze di pressioni mediante il sistema frenante dell’auto. Ciò che differenzia le due tipologie, oltre alla precisione delle letture e la durabilità nel tempo, è soprattutto la diversa modalità di installazione del sistema di controllo della pressione degli pneumatici. Infine, Inoltre, cercate un TPMS con funzionalità aggiuntive come allarmi o impostazioni personalizzabili.

Sistema di controllo della pressione degli pneumatici: guida all’installazione

L’installazione di un sistema di controllo della pressione degli pneumatici può variare leggermente a seconda del modello specifico e del produttore, ma in generale, è sufficiente mettere in pratica i seguenti passaggi:

  1. Mettete insieme tutti i vari strumenti necessari: assicuratevi di avere a portata di mano tutto ciò di cui avete bisogno tra cui il anche una chiave dinamometrica e un compressore d’aria;
  2. Sollevate il veicolo: usa un cric o un apposito ponte per sollevare la vostra auto in modo da accedere facilmente ai pneumatici. Assicuratevi di seguire le linee guida presenti nel manuale dell’auto per sollevarla in sicurezza;
  3. Rimuovete le valvole degli pneumatici: eseguite questa semplice operazione utilizzando una chiave dinamometrica e procedete con attenzione;
  4. Installazione dei sensori: collegate i sensori del sistema di controllo della pressione degli pneumatici alle valvole degli pneumatici. Assicuratevi che siano ben serrati e che non ci siano perdite d’aria. Potete utilizzare un compressore d’aria per gonfiare leggermente gli pneumatici se necessario;
  5. Montaggio del modulo di controllo: solitamente si installa all’interno dell’abitacolo del veicolo. Assicuratevi di posizionarlo in un luogo accessibile e sicuro. Successivamente collegate il modulo alla fonte di alimentazione elettrica secondo le istruzioni del produttore;
  6. Configurazione: seguite le istruzioni del produttore per configurare il sistema in modo corretto, inserendo i dati forniti dal produttore degli pneumatici relativi le pressioni di gonfiaggio consigliate;
  7. Verifica delle letture: dopo aver installato il sistema, controllate se le letture della pressione degli pneumatici sono accurate. Se necessario, sistemate i sensori o le impostazioni del modulo di controllo;
  8. Test e messa a punto: effettuate un test su strada per verificare il funzionamento del sistema. Assicuratevi che le notifiche di allarme siano attive e che il sistema vi avvisi in caso di anomalie.

Sistema di controllo della pressione degli pneumatici: foto e immagini