I pubblici ministeri in Giappone si stanno muovendo verso l’arresto del presidente di Nissan Motor Co., Carlos Ghosn, il 19 novembre, con l’accusa di evasione fiscale secondo quanto fatto trapelare dagli stessi investigatori che stanno indagando sul caso. Nissan Motor Co ha confermato che il suo presidente Carlos Ghosn è sotto inchiesta dopo aver presumibilmente violato la legge finanziaria giapponese. Il gigante dell’auto ha dichiarato in un comunicato che “per molti anni” Ghosn e il direttore del consiglio, Greg Kelly, avevano riportato degli importi compensativi al rapporto sui titoli azionari di Tokyo.

Renault Nissan Mitsubishi: in Giappone arrestato il Presidente Carlos Ghosn per presunti reati finanziari

Nissan ha aggiunto che, per quanto riguarda Ghosn, “sono stati scoperti numerosi altri significativi atti di cattiva condotta, come l’uso personale dei beni aziendali”. La casa nipponica ha detto che il suo amministratore delegato Hiroto Saikawa ora proporrà al consiglio di amministrazione della società di rimuovere sia Ghosn che Kelly dai loro ruoli. Una fonte mediatica giapponese, Yomiuri, ha riferito lunedì che Ghosn è stato arrestato. Segnaliamo infine che con la diffusione della clamorosa notizia le azioni Renault, con Ghosn ancora amministratore delegato e presidente della casa automobilistica francese, hanno toccato il livello più basso degli ultimi tre anni.

Leggi anche: Volkswagen, FCA e Renault guidano il crollo delle vendite in Europa a settembre

Renault Nissan Mitsubishi
Renault Nissan Mitsubishi: in Giappone arrestato il Presidente Carlos Ghosn per presunti reati finanziari

Leggi anche: Nissan preoccupata dalla Brexit mette in dubbio il futuro del suo stabilimento di Sunderland

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here