MotoGP 2018 si parte, nel week end al via il motomondiale

Autore:
Ermelinda Gallo
  • Social Media Manager

Finalmente si parte, il conto alla rovescia è terminato. MotoGP 2018, stiamo arrivando. Prima tappa in Qatar, naturalmente con le consuete prove libere del 16, qualifiche il 17, poi la gara domenica 18 alle 17 (ora italiana). Gli esperti ci dicono che sarà una corsa a tre, tra il campione superfavorito Marquez, il talento di Dovizioso pronto alla grande impresa e l’intramontabile fame di vittoria del vecchio fuoriclasse Rossi.

MotoGP 2018, pronti via, domenica si riparte

I test prestagionali dicono che Honda, Ducati e Yamaha sono i tre team che si giocheranno la vittoria finale, anche se poi infondo questi test spesso vengono ribaltati completamente nel motomondiale vero e proprio. Vero è che Honda e Ducati, a giudizio degli esperti, sembrano avere qualcosa in più di tutte le altre, quindi potenzialmente sono loro le grandi favorite per questo MotoGP. Del resto, lo stesso Marquez ha fatto i complimenti alla sua scuderia per il bel motore che la Honda ha messo a sua disposizione quest’anno.

Potrebbe interessarti anche: MotoGP, anche Marquez conferma il rinnovo di Valentino Rossi

Gli fa eco Dovizioso che tesse le lodi della sua Ducati. E’ la migliore di sempre dice il Dovi, buonissima su giro e percorrenza di curva. Non dovrebbe avere punti deboli la sua moto, così come si conviene a qualsiasi vettura voglia davvero ambire a grandi traguardi. Del resto la costanza, che è quel ch serve per vincere un MotoGP, si conquista non con le grandi eccellenze, ma mantenendo un grande equilibrio in tutte le caratteristiche.

Non si può dire invece lo stesso per la Yamaha. Prestazioni alterne lo scorso anno, anche nei test prestagionali di quest’anno non ha dato grande affidabilità con lo stesso Valentino Rossi che ha espresso molte perplessità in merito ai progressi fatti dal team sulla moto. Come mai quindi inserire the doctor tra i possibili favoriti? Innanzitutto perché il pesarese non muore mai, la sua fame di vincere è rimasta inalterata, e poi perché naturalmente i tifosi ancora ci sperano in quel decimo titolo, e in fondo il tifo è già di per sé un buon motivo per metterlo tra i big. Ad ogni modo, Zarco non vuole certo stare a guardare, anzi secondo Marquez sarà lui il vero rivale in questa edizione.


MotoGP, gran premio della Catalunya, orari del week end
Al via il mondiale di MotoGP 2018, nel week end la prima gara in Qatar

Potrebbe interessarti anche: MotoGP 2018, male Yamaha ai test di Buriram, Rossi scoraggiato