Stefano Domenicali, dopo un breve periodo in Audi , è stato nominato CEO di Lamborghini all’inizio del 2016. In molti riconoscono al dirigente che da quando ha messo piede nella casa automobilistica del Toro le cose sono migliorate moltissimo per l’azienda di Sant’Agata Bolognese. Basta pensare alle 3.245 vetture a livello mondiale vendute dal brand italiano l’anno prima che Domenicali mettesse piede a Sant’Agata, che invece nel 2018 sono diventate 5.750, nuovo record di sempre per la società che fa parte del gruppo Volkswagen.

Stefano Domenicali però vuole migliorare ulteriormente le cose per Lamborghini. Per farlo l’amministratore delegato della casa automobilistica italiana ha in mente un piano in 5 fasi. Innanzi tutto Domenicali intende aumentare la consapevolezza del marchio. Questo in particolare riguarda la scarsa conoscenza che ancora oggi di questo brand vi è in alcune zone del mondo. Inoltre Domenicali vuole anche avvicinare al marchio i giovani.

Altro obiettivo che ha il CEO di Lamborghini è quello di aumentare le vendite del brand a livello globale. L’obiettivo è quello di portare le vendite della società ad almeno 8 mila unità l’anno. Questo secondo Domenicali è il numero giusto per una società come quella di Sant’Agata Bolognese. La terza fase del piano di Domenicali prevede di trasformare i suoi motori aspirati in ibridi. Questo principalmente per soddisfare le nuove normative sempre più severe. Ciò però andrà fatto senza snaturare le caratteristiche principali delle auto del Toro.

La quarta fase del piano di Domenicali prevede entro il 2025 l’aggiunta di un quarto modello alla gamma di Lamborghini che possa affiancare Huracan, Aventador e Urus. “L’idea è quella di realizzare un grand tourer, un 2 + 2”, dice. “Questo è qualcosa su cui stiamo già lavorando. Questa macchina potrebbe aiutarci a raggiungere 10.000 vendite.” ha dichiarato il CEO.  Infine Domenicali vuole continuare a costruire auto divertenti da guidare. In un mondo che va sempre più verso la guida autonoma, l’amministratore delegato di Lamborghini pensa che ci sarà sempre chi vorrà continuare a divertirsi guidando un’auto e la sua società cercherà di soddisfare queste persone.

Lascia una recensione

avatar
  Avvisami via email  
Notificami