Jaguar Land Rover sta sviluppando una tecnologia di visualizzazione head-up di nuova generazione che potrebbe trasmettere informazioni di sicurezza in tempo reale al conducente e consentire ai passeggeri di trasmettere film in 3D direttamente dai loro posti come parte di un futuro condiviso e autonomo.

Gli ingegneri stanno lavorando a un nuovo potente display 3D head-up per proiettare avvisi di sicurezza, come la partenza della corsia, il rilevamento dei pericoli, le direzioni del navigatore satellitare e per ridurre l’effetto della scarsa visibilità in condizioni meteorologiche avverse o di cattiva luce. La realtà aumentata aggiungerebbe la percezione della profondità all’immagine mappando i messaggi direttamente sulla strada da percorrere.

Gli studi condotti in Germania dimostrano che l’uso di display 3D stereoscopici in un ambiente automobilistico può migliorare i tempi di reazione sulle istruzioni di “saltar fuori” e aumentare i giudizi di profondità durante la guida. In futuro, l’innovativa tecnologia potrebbe essere utilizzata dai passeggeri per guardare film in 3D. La tecnologia di tracciamento della testa e degli occhi seguirà la posizione dell’utente per garantire che possano vedere immagini 3D senza la necessità di schermi singoli o occhiali con otturatore indossati al cinema.

In un futuro completamente autonomo, i display 3D offrirebbero agli utenti un’esperienza personalizzata e consentirebbero agli ride-ride di selezionare autonomamente il proprio infotainment. Numerosi passeggeri che condividono un viaggio sarebbero in grado di godere della propria scelta di media – inclusi dettagli del viaggio, punti di interesse o film – e ottimizzati per dove sono seduti.

La ricerca intrapresa da Jaguar Land Rover in collaborazione con il Center for Advanced Photonics and Electronics (CAPE) dell’Università di Cambridge – si concentra sullo sviluppo di un display head-up coinvolgente, che corrisponderà strettamente all’esperienza della vita reale che consente ai conducenti di reagire in modo più naturale ai pericoli e prompt.

“Lo sviluppo nella realtà virtuale e aumentata si sta muovendo molto rapidamente. Questo consorzio prende alcune delle migliori tecnologie disponibili e ci aiuta a sviluppare applicazioni adatte al settore automobilistico. Non solo offre un’esperienza molto più ricca ai clienti, ma fa anche parte della nostra roadmap Destination Zero, aiutandoci a muoverci verso un futuro più sicuro, più intuitivo e più intelligente, per tutti” ha dichiarato Valerian Meijering responsabile del progetto per Jaguar Land Rover.

Il professor Daping Chu, direttore del Center for Photonic Devices and Sensors e direttore del Center for Advanced Photonics and Electronics, ha dichiarato: “Questo programma è all’avanguardia nello sviluppo nello spazio della realtà virtuale – stiamo esaminando concetti e componenti per preparare la scena per le auto connesse, condivise e autonome del futuro. I partner CAPE sono leader mondiali posizionati strategicamente nella rete della catena del valore. Il loro impegno offre un’opportunità unica per avere un impatto maggiore sulla società e migliorare ulteriormente il valore commerciale delle nostre imprese “.

La ricerca di display head-up di nuova generazione fa parte dello sviluppo della visione “Smart Cabin” di Jaguar Land Rover: applicare tecnologie che si combinano per creare uno spazio personalizzato all’interno del veicolo per guidatore e passeggeri con funzioni avanzate di sicurezza, intrattenimento e convenienza come parte di un futuro autonomo e condiviso.

Leggi anche: Jaguar potrebbe utilizzare una piattaforma BMW per i suoi nuovi SUV

Lascia una recensione

avatar
  Avvisami via email  
Notificami