In arrivo un motore 2.0 a idrogeno: potenza inaudita

Autore:
Maira Monetti
  • Autore

Sta per arrivare un nuovo motore a idrogeno caratterizzato da ottime prestazioni.  La fase successiva prevede un test del motore in questione, in condizioni di gara in pista. 

Motori
Photo by Pavlofox – Pixabay

Nasce un nuovo motore 2.0 a idrogeno dalle prestazioni eccellenti. Il passo successivo è testare questo motore in pista. In realtà, il ciclo di vita dei motore a combustione interna non terminerà nell’immediato. I carburanti sintetici stanno per entrare a far parte del mercato automobilistico così come i motori a idrogeno, i quali sono in fase di sviluppo.

Caratteristiche del nuovo motore a idrogeno

motore-a-idrogeno-H2-ICE-Race-Engine
Photo by AVL Racetech

Un motore a quattro cilindri turbo da 2,0 litri, alimentato a idrogeno e progettato dalla società austriaca AVL Racetech, è in fase di sviluppo, da oltre 400 cavalli. Il rumore del motore è molto simile a quello di un propulsore di ridotte dimensioni ma che allo stesso tempo è caratterizzato da una potenza elevata. Il motore è in grado di raggiungere 410 cavalli a 6.500 giri al minuto. Le condizioni di alta pressione sono un evento naturale nei motori a idrogeno.

Ma qual è la differenza tra l’alimentazione a idrogeno e quella a benzina o diesel? Semplicemente che il carburante a idrogeno è più secco rispetto a quello a benzina o a diesel, i quali sono caratterizzate da una sostanza liquida . Infatti nel caso di alimentazione a idrogeno, è necessaria la lubrificazione degli iniettori di carburante, così come un turbocompressore specifico. La struttura fondamentale del motore deve essere in grado di sopportare l’alta pressione senza provocare un’esplosione, data la pressione elevata.

Paul Kapus, responsabile dei motori ad accensione comandata e dei concept vehicle di AVL Racetech, ha affermato:

L’idrogeno è una molecola molto reattiva. Ama incendiarsi su ogni superficie che si possa immaginare: superfici calde, gocce d’olio calde, candele troppo calde, valvole calde. Il rischio di preaccensione è elevato.

Mentre le competizioni che l’azienda AVL Racetech dovrà fronteggiare, vengono specificate dall’ingegnere di sviluppo senior Nilton Dinaz, il quale ha dichiarato:

L’idrogeno è un carburante davvero particolare. Deve moderare il processo di combustione perché brucia molto velocemente. Ecco perché ci avviciniamo all’iniezione di acqua.

I veicoli alimentati da idrogeno sono sicuri?

Auto, Innovativa
Photo by PublicDomainPictures – Pixabay

Negli ultimi 10 anni la Commissione Europea ha varato diverse normative. L’UNR134 è il regolamento più cruciale in quanto delinea gli standard per la realizzazione e il controllo di questi sistemi di alimentazione e le bombole di stoccaggio. La cosa fondamentale in merito ai veicoli alimentati da idrogeno è quella che riguarda i serbatoi in cui viene accumulo il gas (il quale è compresso a centinaia di bar di pressione). In pratica le bombole devono essere sufficientemente spesse per resistere a tutti questi sforzi.

Un punto che deve essere specificato è che ad un certo punto sarà necessaria una sostituzione delle bombole,anche i veicoli a metano o a GPL dopo un pò necessitano di sostituire quest’ultime . Proprio per gli sforzi che la bombola pone in essere, dopo alcuni anni anch’essa tende a degradare e perdere forza.