Il piano di fusione di Fiat Chrysler Automobiles con Renault ha attirato le critiche del gruppo PSA, che contrasta con il sostegno per l’accordo da parte di investitori e governi. In una nota inviata lunedì ai funzionari del proprietario della Peugeot, il CEO Carlos Tavares ha evidenziato i rischi per la proposta. La Renault è stata scelta principalmente perché il suo valore è stato depresso dall’alleanza travagliata con la Nissan Motor Co. a seguito del caso Carlos Ghosn, secondo il memorandum. All’inizio di quest’anno, PSA con sede a Parigi ha avuto un colloquio con la Fiat su una potenziale collaborazione.

Il CEO di PSA Carlos Tavares ha criticato duramente l’eventuale fusione di Renault con Fiat Chrysler definendo quella di FCA una proposta opportunistica

“La transazione proposta da Fiat Chrysler sembra quindi particolarmente opportunistica, in gran parte a suo vantaggio”, si legge nella nota, pur riconoscendo il potenziale di risparmio che da questa operazione potrebbe derivare alle due società. “Per la Renault, questo potrebbe essere un punto di forza nelle discussioni con Nissan, ma potrebbe anche indebolire l’alleanza o addirittura portare a uno stravolgimento”. Ricordiamo che nei mesi scorsi si era parlato di un accordo tra PSA e FCA che al Salone dell’auto di Ginevra di marzo sembrava praticamente fatto ma che invece alla fine sarebbe saltato perché il Presidente di Fiat Chrysler John Elkann non sarebbe stato convinto di fare questo passo.

Leggi anche: Fiat Chrysler Automobiles: il gruppo italo americano utilizzerà Harman e Google Tech per il suo ecosistema di veicoli connessi in tutto il mondo

FCA e PSA
Il CEO di PSA Carlos Tavares ha criticato duramente l’eventuale fusione di Renault con Fiat Chrysler definendo quella di FCA una proposta opportunistica

Leggi anche: FCA e PSA: secondo il Wall Street Journal il gruppo italo americano avrebbe rifiutato le avances dei francesi

Lascia una recensione

avatar
  Avvisami via email  
Notificami