Il futuro della BMW i3 è in dubbio con gli alti dirigenti della casa tedesca che hanno dichiarato alla stampa che l’auto elettrica potrebbe non avere un successore diretto. L’i3 è stato lanciato nel 2013 e ha dato il via al piano di BMW nello sviluppo di veicoli elettrici. Tuttavia, la BMW ha spostato la sua strategia di elettrificazione per integrare i futuri veicoli elettrici nella sua gamma tradizionale piuttosto che sviluppare modelli su misura su architetture uniche, come la i3.

Il futuro della BMW i3 è in dubbio, l’auto elettrica potrebbe non avere un successore diretto

“È difficile dire se questa auto avrà un successore in quanto l’elettrificazione sarà più diffusa nel mainstream come l’imminente iX3”, ha detto Pieter Nota, membro del Board of Management di BMW per le vendite. ” Bmw i3 ha avuto un ruolo pionieristico: ha rappresentato l’inizio dei piani di elettrificazione della BMW, ma quello che stiamo vedendo ora è che l’elettrificazione si sta spostando sempre più nel mainstream”.

Il telaio in fibra di carbonio su cui sono basati i modelli BMW i3 e i8 è quasi certo che verrà eliminato gradualmente. La nuova architettura CLAR di BMW consentirà all’azienda di essere più flessibile, consentendole di sviluppare veicoli convenzionali a benzina o diesel, ibridi plug-in o completamente elettrici tutti sulla stessa piattaforma. “Continueremo a utilizzare la fibra di carbonio, ma non esattamente nel modo in cui la vediamo oggi nell’i3”, ha aggiunto Nota.

Leggi anche: Bmw dà il suo addio al CEO di Mercedes-Benz Dieter Zetsche con molta ironia

Leggi anche: BMW e Microsoft svilupperanno una piattaforma comune per l’interazione vocale

Lascia una recensione

avatar
  Avvisami via email  
Notificami