Porsche sta esplorando progetti congiunti con giganti della tecnologia cinese tra cui Tencent, Alibaba e Baidu per espandere le offerte digitali nel suo più grande mercato e sostenere le vendite. Le specifiche per il Paese per quanto riguarda il riconoscimento vocale, la navigazione e l’integrazione dell’onnipresente servizio di messaggistica di WeChat saranno sviluppate localmente, ha detto l’amministratore delegato della casa tedesca Oliver Blume in un’intervista a Shanghai questa settimana. Il produttore ha inoltre firmato un accordo per estendere la sua collaborazione di ricerca con l’Università Tongji.

“Vogliamo avere le giuste partnership in atto in ogni singola regione”, ha detto Blume. “È un equivoco credere che tutto questo possa essere sviluppato in Germania”. La mossa si basa sugli sforzi del marchio più redditizio di Volkswagen AG per soddisfare i cinesi, che utilizzano in modo schiacciante AutoNavi supportato da Alibaba e WeChat di Tencent invece di Google Maps e Whatsapp.

I clienti in Cina hanno optato principalmente per i SUV Macan e Cayenne, ma gli sforzi di Porsche per promuovere le sue vetture sportive in Cina, compresa la costruzione di una pista fuori Shanghai, stanno garantendo “progressi costanti”, ha affermato Blume. Il paese è diventato la regione di vendita più grande per la 718 Boxster e Cayman, ha affermato, che sono meno costose rispetto alla 911.

Leggi anche: Porsche Taycan: la domanda è così forte che la casa automobilistica sta raddoppiando la produzione

Porsche
Porsche

Leggi anche: Porsche Taycan garantirà un’autonomia di 100 km con appena 4 minuti di ricarica

Lascia una recensione

avatar
  Avvisami via email  
Notificami