Guidare in Russia: limiti, regole e sanzioni

Autore:
Erika Vettori

Può accadere di dover guidare in Russia, per un viaggio di piacere oppure per lavoro. Anche in questo Paese vi sono particolari limiti e delle regole particolari da seguire, oltre che eventuali sanzioni che possiamo ricevere se non rispettiamo le leggi. Ecco tutto ciò che c’è da sapere.


Auto, Russia
Photo by jeffjuit – Pixabay

Come prima cosa, dobbiamo prendere in considerazione il fatto che, la nostra patente di guida europea, per poter guidare in Russia non è sufficiente. Oltre alla nostra patente, quindi, servono altri documenti da tenere sempre con noi, in caso di controlli da parte delle forze dell’ordine.

Guidare in Russia: cosa dobbiamo sapere

Se abbiamo intenzione di guidare in Russia, dobbiamo acquisire una patente di guida internazionale o IDP come documento prerequisito. Da considerare, inoltre, come il Paese applichi dei limiti di età che sono molto rigorosi per coloro che hanno dai 70 ai 75 anni di guida. Le persone possono, inoltre, guidare a partire dai 18 anni: ciò accade proprio come da noi.

La Russia è un paese piuttosto severo, nelle sanzioni e non solo. Il limite alcolemico, ad esempio, è di 0,0535 grammi per litro. Si tratta di un limite molto più basso rispetto al nostro, ad esempio. Se veniamo sorpresi con un tasso alcolemico superiore a quello che abbiamo già detto, da parte di un controllo delle Forze dell’Ordine, si possono ricevere sanzioni che possono essere anche molto pesanti. Pensiamo, ad esempio, al ritiro della patente, ma non solo. Sono molto frequenti le multe in questo ambito, ma la pena massima che potrebbe essere inflitta è il ritiro, per due anni, del documento di guida.

I limiti di velocità

Traffico, Russia
Photo by shbs – Pixabay

Vediamo, adesso, quali sono i limiti di velocità in Russia. La maggior parte delle sanzioni che vengono inflitte in Russia è legata al limite di velocità. Se si superano i 20 o 40 km/h oltre il consentito, si andrà a pagare una multa che ammonta a circa 500 rubli. Si tratta dell’equivalente di 7 euro. Così come avviene nel nostro Paese, esiste anche qui il modo per poter pagare sanzioni in modo ridotto. Se paghiamo entro i primi 20 giorni dalla notifica della contestazione, potremo pagare addirittura il 50% in meno.

Nei centri urbani, il limite massimo è di 60 km/h. Nelle strade extraurbane, invece, al massimo è consentito circolare a 90 km/h. Nelle autostrade, invece, il limite massimo è di 100 km/h. Ricordiamo, inoltre, che le cinture di sicurezza devono essere indossate da tutti i passeggeri della vettura e che i fari devono rigorosamente essere accesi anche durante il giorno. Per chi percorre corsie riservate ai pubblici mezzi oppure chi circola contromano, ci può essere una multa che va fino a 5.000 rubli, nonché il ritiro della patente.

I bambini che hanno un età compresa tra i 3 e gli 11 anni possono viaggiare con seggiolini appositi, purché misurino meno di 1,35 metri. Secondo le leggi del Paese, un bambino che ha un anno di età o che pesa meno di 9 km dovrebbe essere sistemato nel seggiolino apposito sul retro del veicolo, differentemente da come accade da noi, che siamo soliti mettere i bambini sul sedile del passeggero, con apposito seggiolino.