Formula 1, Ferrari minaccia di andarsene, proposte Mercedes inaccettabili

Ermelinda Gallo
  • Social Media Manager
01/02/2018

Politica, strategia, tecnicismi, chiamateli come volete, ma la partita a scacchi tra le big di Formula 1, con Mercedes e Ferrari in testa, continua a tenere banco in vista del nuovo Patto della Concordia da stilare entro il 2021. La regolamentazione futura è ancora tutta da decidere, proprio la rossa di Maranello è quella più restia ad accettare le proposte della statunitense Liberty Media ed ora un altro stop è arrivato.

Formula 1, la Ferrari minaccia

Minacce grosse quelle arrivate dalla Ferrari che ora addirittura afferma di lasciare l’intero movimento qualora non dovessero essere accettate le proprie proposte. Mentre continuano le trattative, emergono via via anche ulteriori dettagli sui motivi che stanno generando tanto attrito tra le varie parti in causa. La Rossa pare infatti aver stoppato un’altra proposta proprio di recente, stavolta però non espressa direttamente da Liberty Media, bensì dalla rivale di sempre, la tedesca Mercedes, con gli statunitensi in questo caso a cercar di fare da pacieri.

Leggi anche: Formula 1, Verstappen: dalle ambizioni in Red Bull ai ricordi di Schumi

Secondo le indiscrezioni, motivo di nuovo acredine tra le due superpotenze di Formula 1 è la proposta da parte di Mercedes di rispolverare le sospensioni attive per le prossime competizioni, funzione che manca dal lontano 1993. Una proposta che guarda dunque al passato, ma che ha però degli importanti accorgimenti tecnologici che la proiettano nel futuro. Apriti cielo, Ferrari è risposto subito picche andando su tutte le furie. Secondo il team di Maranello infatti tale accorgimento finirebbe per dare troppa importanza alla componente elettronica, riducendo invece quella dei piloti su pista.

Divergenze anche dal punto di vista economico. Secondo lo schieramento Mercedes le sospensioni attive farebbero risparmiare ai vari team circa un milioncino di euro, mentre secondo Ferrari e quelli che si sono schierati con la casa italiana, tale risparmio non è affatto realistico, semmai il contrario. Insomma, il braccio di ferra prosegue su tutti i fronti e scommettiamo che durerà ancora per molto.


Formula 1, Ferrari minaccia di andarsene, proposte Mercedes inaccettabili
Niente accordo tra Ferrari e Liberty Media, ora ci si mette anche Mercedes

Leggi anche: Ford, ritorno in Formula 1: la voglia c’è, ma le regole vanno cambiate