Formula 1 2018, domenica 25 marzo si parte, orari GP Australia

Autore:
Ermelinda Gallo
  • Social Media Manager

Si riparte, l’attesa sta per finire, domenica 25 prima tappa del nuovo mondiale di Formula 1, i tifosi Ferrari ci credono e chiedono a Sebastian Vettel sin da subito il massimo sforzo per tornare nuovamente a sognare, come da tradizione.

Formula 1, si ricomincia

Si riparte dall’Australia, come ormai da tradizione dal 1996 ad oggi. Al via le prove libere 1 venerdì 23 marzo, orari: 02.00-03:30. Prove libere 2: 06.00-07:30. Prove libere 3: 04:00-05:00, Qualifiche: 07:00-08:00. Domenica 25, alle ore 07:10, rombo di motori per il Gran Premio. Gli appuntamento indicati si riferiscono naturalmente all’ora italiana. Da Melbourne ancora una volta partiranno favoriti i signori della Mercedes, con Hamilton super entusiasta di quanto visto nei test e Bottas molto euforico, convinto di poter gareggiare con il compagno di squadra per il trionfo finale.

Potrebbe interessarti anche: Alfa Romeo Sauber: a pochi giorni dal primo Gran Premio di Formula 1 parla Marcus Ericsson

Compito della Rossa di Maranello, ridurre subito il gap dai rivali tedeschi. In scuderia si respira l’atmosfera giusta per una stagione promettente, ci sono i prodromi per un grande successo, anche perché lo scorso anno molti addetti ai lavori della Ferrari indicarono apertamente il 2018 come anno del riscatto, prevedendo che il 2017 sarebbe invece stato molto difficile e deludente.

Per Melbourne però si teme anche la sorpresa Red Bull, ormai a tutti gli effetti, almeno secondo gli esperti, al terza incomoda di questo mondiale di Formula 1. La nuova monoposto ha un asseto aerodinamico che promette davvero grandi cose e sin da subito potremmo vederne le potenzialità già al primo GP australiano. Ricciardo e Verstappen insomma sognano in grande, e tutto questo non fa che aumentare lo spettacolo di una stagione che si preannuncia davvero esaltante.

Formula 1, si parte il 25 marzo con il GP Australia

Potrebbe interessarti anche: Ferrari abbandona la Formula 1 per la Indycar? ecco come stanno le cose