Questo inizio di 2018 certamente non è stato un periodo brillante per Fiat. La storica casa automobilistica di Torino sta trovando non poche difficoltà ad emergere sul mercato auto con i suoi modelli. In quasi tutti i continenti le vendite sono il calo rispetto allo stesso periodo dello scorso anno. In un nostro precedente articolo vi abbiamo parlato della situazione europea pesantemente compromessa dal calo di vendite in Italia dovuto fondamentalmente ad una contrazione delle immatricolazioni di Panda. 

Fiat: lo storico marchio italiano perde colpi nei principali mercati auto del mondo in questi primi 5 mesi del 2018

Nei primi 5 mesi dell’anno Fiat ha visto calare dell’8,4 per cento le proprie vendite in Europa a fronte di 271.761 veicoli immatricolati. In Italia il calo è stato superiore al 16 per cento. Anche in Nord America le cose non vanno bene per il marchio del gruppo FCA che perde il 44,9 per cento negli Stati Uniti e l’82,6 per cento in Canada. In Russia dove viene venduta solo la 500 ed in poche varianti il calo percentuale è stato del 21,8 per cento.

Non vanno meglio le cose in Australia dove la casa automobilistica italiana per antonomasia perde il 25,7 per cento nei primi 5 mesi dell’anno. Risultati alterni in America Latina per Fiat. In Argentina il brand di Torino cresce del 19,8 per cento in brasile invece perde il 5,5 per cento. Chiudiamo con L’Asia, in Giappone -7,1 per cento, in India -85,2 per cento.

Leggi anche: Fiat Chrysler Mirafiori: con l’addio di Alfa Romeo MiTo mille dipendenti trasferiti a Grugliasco

Fiat
Fiat: lo storico marchio italiano perde colpi nei principali mercati auto del mondo in questi primi 5 mesi del 2018

Leggi anche: Fiat Tipo: nonostante il successo la berlina darà il suo addio all’Europa nei prossimi anni

Lascia una recensione

avatar
  Avvisami via email  
Notificami