Da poche ore sono stati resi noti i dati ufficiali di vendita dell’importantissimo mercato auto americano. A proposito di Fiat Chrysler segnaliamo che il gruppo italo americano perde ancora terreno. A novembre 2017 infatti il gruppo di Sergio Marchionne ha accusato una diminuzione delle immatricolazioni complessive in misura del 4 per cento rispetto al 2016. Sono state infatti in totale 154.919 le unità immatricolate dal costruttore italo americano rispetto alle 160.827 dello scorso anno. C’è però da dire che le vendite al dettaglio sono aumentate del 2 per cento passando a 129.539 unità. 

Fiat Chrysler Automobiles perde il 4 per cento a novembre negli USA a causa del segmento delle flotte

Quelle che hanno fatto la differenza nel calo di Fiat Chrysler Automobiles sono le vendite alle flotte. Ma si tratta di un dato che non sorprende più di tanto. Questa situazione infatti rientra in una strategia di FCA che mira a  ridurre le vendite nel segmento del noleggio giornaliero, una cosa che inevitabilmente da diversi mesi a questa parte porta un calo delle vendite complessive della società del numero uno Sergio Marchionne. Tra i singoli brand, Fiat perde il 28 per cento, Dodge il 15 per cento e Ram il 5 per cento.

Alfa Romeo vola a novembre nel mercato auto degli Stati Uniti grazie a 1.440 unità immatricolate

Jeep perde il 2 per cento rispetto a novembre 2016, mentre Chrysler nello stesso periodo cresce del 14 per cento. Grande exploit di Alfa Romeo che grazie a 1.440 unità immatricolate fa registrare uno dei suoi mesi migliori di sempre. Il merito in particolare va alle recenti Alfa Romeo Giulia e Stelvio. Tra i singoli veicoli di Fiat Chrysler, dobbiamo segnalare i record della nuova Jeep Compass e della Chrysler Pacifica che ottengono il loro miglior mese di sempre. In casa Fiat molto bene la monovolume Fiat 500L che dopo molti mesi torna a crescere e lo fa in maniera convincente: +32 per cento. 

Lascia una recensione

avatar
  Avvisami via email  
Notificami