Fiat Chrysler: l’uscita di scena di Sergio Marchionne potrebbe portare una grossa novità?

Autore:
Davide Bernasconi
  • Giornalista

Il 2019 sarà l’anno che segnerà l‘addio di Sergio Marchionne dalla guida di Fiat Chrysler Automobiles dopo 14 anni. Le dimissioni dell’attuale numero uno del gruppo italo americano saranno formalizzate nella primavera del 2019. Il suo sostituto sarà scelto tra uno dei manager che già oggi fanno parte della società. Questo addio potrebbe provocare grandi trasformazioni nell’azienda del Presidente John Elkann. Qualcuno ipotizza infatti che l’addio di Marchionne potrebbe essere il preludio di una fusione di FCA con un altro grande gruppo automobilistico.

Fiat Chrysler: dopo l’addio di Sergio Marchionne che avverrà nell’aprile 2019 potrebbe arrivare una grossa novità per il gruppo

Inevitabilmente l’addio di Sergio Marchionne, così come sottolineato da Bloomberg nelle scorse ore, porterà a grossi cambiamenti societari in Fiat Chrysler. Dunque potrebbe riprendere quota l’ipotesi alleanze. Qualcuno ipotizza un ritorno di fiamma con General Motors che in passato avrebbe rifiutato le avances di Sergio Marchionne. Altri invece credono che sia più probabile una fusione con Volkswagen, così come ipotizzato lo scorso anno da numerosi addetti ai lavori. Altri ancora infine prevedono che un grosso gruppo cinese possa decidere di fare il suo ingresso in FCA.

Il prossimo 1 giugno Sergio Marchionne potrebbe dare qualche indizio sul futuro

Probabilmente sulle future mosse di Fiat Chrysler Automobiles qualcosa la capiremo già il prossimo 1 giugno. In quella data infatti l’attuale numero uno, l’amministratore delegato Sergio Marchionne dirà quello che accadrà in FCA nei prossimi 5 anni. Vedremo dunque se realmente nei prossimi anni assisteremo ad un’operazione di portata storica per il settore automotive.

Leggi anche: Fiat 500 Collezione arriva finalmente in Italia con il primo porte aperte del 14 e 15 aprile

Fiat Chrysler
Fiat Chrysler: dopo l’addio di Sergio Marchionne che avverrà nell’aprile 2019 potrebbe arrivare una grossa novità per il gruppo italo americano

Leggi anche: Fiat Chrysler Brasile: piena occupazione quasi raggiunta nel grande paese sudamericano