Fiat Chrysler: lo spin off di Magneti Marelli potrebbe portare tra i 4 e 6 miliardi

Autore:
Davide Bernasconi
  • Giornalista

La prossima settimana si dovrebbe tenere il cda del gruppo Fiat Chrysler Automobiles dove si discuterà del possibile spin off di Magneti Marelli. La società viene valutata dagli analisti tra i 4 e i 6 miliardi di euro. Lo scorporo sarebbe stato incluso da Sergio Marchionne nel piano industriale quinquennale che verrà annunciato il prossimo 1 giugno al’Investor Day dallo stesso amministratore delegato. La decisione sarebbe ormai vicina e la scissione viene data da molti per quasi sicura. Un incentivo a portare a termine questa operazione verrebbe dagli Stati Uniti dove in molti temono possa arrivare una grossa multa a causa del dieselgate. 

Fiat Chrysler: lo spin off di Magneti Marelli viene valutato dagli analisti tra i 4 e 6 miliardi di euro

Di questo e di altro si discuterà nelle prossime settimane. Nel frattempo nelle scorse ore durante un incontro con il Ministro Carlo Calenda i sindacati hanno parlato della situazione di Fiat Chrysler. Questi hanno chiesto un rafforzamento dei contratti dei propri assistiti e un’estensione degli ammortizzatori sociali anche oltre il 2018. Questo per evitare problemi occupazionali che altrimenti si potrebbero verificare. Nel mondo dei sindacati si chiede a FCA di fare in fretta nel lanciare i nuovi modelli.

Questo allo scopo di garantire nei prossimi anni la piena occupazione negli Stabilimenti di Melfi, Pomigliano, Mirafiori e Maserati a Modena. I sindacati inoltre hanno chiesto un incontro con i vertici di Fiat Chrysler prima dell’Investor Day del prossimo 1 giugno, giorno in cui Sergio Marchionne svelerà il futuro piano industriale del suo gruppo per i prossimi 5 anni. Infine i sindacati si sono detti contrari a qualsiasi spezzatino di FCA.

Leggi anche: Fiat Chrysler: Mopar sempre più importante per il gruppo italo americano

Fiat Chrysler
Fiat Chrysler: lo spin off di Magneti Marelli viene valutato dagli analisti tra i 4 e 6 miliardi di euro, i sindacati però non vedono di buon occhio l’operazione

Leggi anche: Fiat Tipo Sport: le ultime indiscrezioni sul possibile debutto della nuova variante al salone dell’auto di Ginevra 2018