Il mese di maggio 2019 non è stato positivo per Fiat Chrysler in Italia. Infatti il gruppo italo americano ha perso il 6,1 per cento delle vendite. FCA infatti ha immatricolato circa 52 mila veicoli nel nostro paese facendo peggio del mercato nel suo insieme che invece ha perso l’1,2 per cento. Anche se guardiamo il 2019 nel suo insieme le cose per il gruppo di Mike Manley non migliorano. Infatti la società italo americana con 229 mila immatricolazioni ha perso il 12,1 per cento rispetto allo stesso periodo dello scorso anno.

Se andiamo a guardare i risultati dei singoli brand che compongono Fiat Chrysler Automobiles, ci accorgiamo che l’unico marchio in positivo a maggio è Lancia che con circa 6 mila unità immatricolate ha visto aumentare le sue vendite del 20 per cento rispetto al mese di maggio del 2018. Se invece guardiamo a tutto il 2019 la crescita di Lancia è di oltre il 30 per cento. Come dicevamo invece tutti gli altri marchi di FCA vanno male. Fiat ha perso a maggio l’1,4 per cento con l’immatricolazione di 34.900 unità.

Nei primi 5 mesi dell’anno il calo di Fiat è del 14 per cento con 147 mila unità. Male anche Jeep che perde a maggio 2019 il 14.5% con 8.460 unità immatricolate. Nei primi 5 mesi dell’anno la casa americana ha ottenuto un calo del 4 per cento con poco più di 38 mila unità immatricolate. Alfa Romeo ha perso il 51 per cento a maggio e il 49,9 per cento nel 2019 con rispettivamente2.348 e 11.846 unità immatricolate. Maserati perde il 12 per cento a maggio e il 26 per cento in tutto il 2019.

Leggi anche: FCA utilizzerà Harman e Google Tech per il suo ecosistema di veicoli connessi in tutto il mondo

Fiat Chrysler
Fiat Chrysler Automobiles: Il gruppo italo americano perde il 6,1 per cento in Italia a maggio, male tutti i suoi marchi tranne Lancia

Leggi anche: FCA e PSA: secondo il Wall Street Journal il gruppo italo americano avrebbe rifiutato le avances dei francesi

Lascia una recensione

avatar
  Avvisami via email  
Notificami