Il prossimo 29 novembre i vertici del gruppo FCA incontreranno al Lingotto a Torino i vertici delle organizzazioni sindacali FIM UILM FISMIC UGLM AQCFR per fare il punto della situazione e chiarire quello che sarà il futuro degli stabilimenti italiani del gruppo. Da molti mesi a questa parte infatti c’è grande preoccupazione tra gli appassionati e gli addetti ai lavori che chiedono di conoscere a gran voce quello che sarà il futuro degli stabilimenti italiani del gruppo che sempre più spesso ultimamente stanno facendo ricorso agli ammortizzatori sociali per contrastare il calo della produzione dovuto ad un crollo delle vendite dei veicoli prodotti in Italia da Fiat Chrysler Automobiles.

I sindacati hanno finalmente ottenuto di incontrare i massimi vertici del gruppo FCA, l’incontro avverrà il 29 novembre

L’incontro era auspicato da molto tempo. I sindacati chiedono di conoscere quali saranno le novità che FCA lancerà nei prossimi mesi per continuare a garantire buoni livelli di occupazione negli stabilimenti visto il calo produttivo degli ultimi tempi. C’è curiosità di conoscere quelli che saranno i tempi di attuazione del piano industriale che è stato annunciato lo scorso 1 giugno a Balocco dal compianto Sergio Marchionne. Molti dei nuovi modelli annunciati infatti dovrebbero venire prodotti in Italia. Ci riferiamo in particolare ai nuovi modelli di Alfa Romeo e Maserati ma anche al piccolo Suv di Jeep. All’incontro non dovrebbe prendere parte la FIOM.

Leggi anche: Fiat Chrysler: ecco come vanno le cose a 3 mesi esatti dalla morte di Sergio Marchionne

Fiat Chrysler
Fiat Chrysler: i sindacati hanno finalmente ottenuto di incontrare i massimi vertici del gruppo FCA, l’incontro avverrà il 29 novembre a Torino

Leggi anche: FCA: Fiom preoccupata per la situazione in Italia e anche per la cessione di Magneti Marelli

Lascia una recensione

avatar
  Avvisami via email  
Notificami