Ogni mese che passa le vendite di Alfa Romeo aumentano nei principali mercati auto del mondo. Si tratta dunque di un buon segnale per la casa automobilistica del Biscione che grazie ai più recenti modelli sta recuperando il terreno perso nello scorso decennio nel segmento premium del mercato auto. Nonostante le vendite continuino a salire gli obiettivi fissati dall’ex numero uno di Fiat Chrysler Automobiles, Sergio Marchionne, sembrano ancora molto lontani. Marchionne aveva ipotizzato entro la fine del 2022 che il Biscione sarebbe potuto arrivare a 400 mila immatricolazioni annuali.

Alfa Romeo: Il biscione continua a crescere ma gli obiettivi prefissati sono ancora lontani, fondamentale sarà l’apporto dei nuovi modelli

Continuando cosi le cose nel 2018 Alfa Romeo chiuderà l’anno con circa 150 mila immatricolazioni. Di queste una grossa parte avverranno in Europa, continente che ancora una volta si mostra come il più favorevole alle vendite della storica casa automobilistica milanese.

Per poter raggiungere i traguardi prestabiliti la strada da fare è ancora tanta. Sarà necessario l’arrivo dei nuovi modelli ed in particolare dei due nuovi suv che potrebbero garantire un incremento delle vendite in mercati importanti.

Il Suv di grandi dimensioni infatti potrebbe far crescere le vendite in USA e Cina, mentre il suv compatto potrebbe rendere ancora più popolare il Biscione nel vecchio continente. Nei prossimi mesi le prime novità importanti alla gamma del brand di Arese saranno annunciate. Non resta dunque che aspettare e vedere quello che accadrà.

Leggi anche: Alfa Romeo ad agosto in USA ottiene un grosso exploit nel numero delle vendite

Alfa Romeo
Alfa Romeo: Il biscione continua a crescere ma gli obiettivi prefissati sono ancora lontani, fondamentale sarà l’apporto dei nuovi modelli

Leggi anche: Alfa Romeo Spider appartenuta al pugile Muhammad Ali sarà messa all’asta il mese prossimo

Lascia una recensione

avatar
  Avvisami via email  
Notificami