Alfa Romeo cresce ad aprile 2018 in Italia

Autore:
Davide Bernasconi
  • Giornalista

Alfa Romeo continua a crescere nel mercato auto italiano. Nel mese di aprile del 2018 infatti la casa automobilistica milanese che fa parte del gruppo Fiat Chrysler Automobiles ha visto crescere dell’11 per cento le sue immatricolazioni rispetto al mese di aprile dello scorso anno. Questo grazie alla vendita di 4.428 unità. Questo risultato sancisce il miglior mese di aprile per il Biscione dal 2012. La quota di mercato che il brand milanese può vantare attualmente nel nostro paese è pari al 2,58 per cento. 

Alfa Romeo continua a crescere in Italia, ad aprile 2018 le vendite aumentano dell’11 per cento

Prendendo in considerazione i primi 4 mesi dell’anno, le cose per Alfa Romeo vanno ancora meglio. Infatti lo storico marchio italiano grazie alla vendita di 18.837 unità, ha ottenuto una crescita del 18 per cento rispetto allo stesso periodo dello scorso anno. Si tratta di una delle crescite migliori tra quelle registrate dai marchi del gruppo Fiat Chrysler Automobiles in Italia.

Per quanto riguarda i singoli modelli, Alfa Romeo Stelvio ad aprile 2018 è il veicolo del Biscione che ha venduto di più con mille unità consegnate. Il Suv si piazza al vertice della sua categoria. Nei primi 4 mesi dell’anno Stelvio in Italia ha venduto 5.229 unità. Molto bene anche Giulia che con 790 unità si conferma come una delle berline premium di segmento D più vendute nel nostro paese.

Nel primo Quadrimestre solo Audi A4 riesce a vendere di più di Giulia che nei primi 4 mesi consegna in Italia 3.193 esemplari. Male Giulietta che perde il 10 per cento ad aprile con 1.919 unità e il 15,4 per cento nei primi 4 mesi del 2018 con 7.424 unità.

Leggi anche: Fiat Punto e Alfa Romeo MiTo: in estate stop alla produzione, ecco chi le sostituirà

Alfa Romeo
Alfa Romeo continua a crescere in Italia, ad aprile 2018 le vendite aumentano dell’11 per cento rispetto allo stesso mese dello scorso anno

Leggi anche: Lancia: tutto è possibile per Sergio Marchionne, il CEO è soddisfatto di Alfa Romeo e Maserati