I veicoli a guida autonoma di Waymo, società di Google, sono stati attaccati o minacciati almeno 21 volte dal 2016. Tra gli incidenti si segnala anche un episodio che ha coinvolto un residente che agitava una pistola verso una vettura della società che passava di corsa. Numerose aggressioni sarebbero avvenute con sassi, coltelli o pezzi in PVC. A quanto pare la polizia avrebbe registrato 21 incidenti contro i veicoli Waymo negli ultimi due anni da quando la compagnia ha iniziato a testare i propri veicoli a guida autonoma nell’area di Phoenix.

Il numero di eventi reali potrebbe però essere più elevato perché i conducenti di backup di Google in genere contattano prima un dispatcher interno, con l’intervento della polizia cercato solo in casi più estremi. I rapporti della polizia mostrano che Roy Leonard Haselton, un uomo di 69 anni, fu arrestato nell’agosto 2018 e che la sua pistola calibro 22 fu confiscata. Haselton ha detto alla polizia che ha puntato la sua pistola “mentre il veicolo Waymo passava e le sue intenzioni erano di spaventare l’autista”.

Secondo quanto riferito, un autista di Jeep ha cercato di far uscire dalla strada i veicoli della compagnia almeno sei volte. In più di un’occasione la Jeep avrebbe guidato intenzionalmente verso l’auto autonoma. Waymo ha iniziato a testare i suoi veicoli a guida autonoma, compresa la sua flotta di Chrysler Pacifica ibride plug-in, a Phoenix in Arizona, nel 2016. Alla fine dello scorso anno la compagnia ha iniziato un servizio commerciale limitato nella stessa regione. Con la tecnologia aziendale ancora in fase di sviluppo, tutti i veicoli a guida autonoma dispongono di un driver di backup a bordo, che può subentrare in caso di emergenza, gestire le richieste dei clienti e gestire gli incidenti.

Leggi anche: Waymo da domani in California porterà in strada le auto a guida autonoma senza umani a bordo

Fiat Chrysler e Waymo
Waymo: la divisione guida autonoma di Google sotto attacco in Arizona a Phoenix si sono registrati 21 attacchi alle sue auto con pietre, sassi, coltelli o pistole

Leggi anche: Apple Car potrebbe utilizzare in futuro chip di TSMC per la guida autonoma

CONDIVIDI
Articolo precedenteFormula 1, Hamilton come Schumacher e Senna
Articolo successivoMotoGP, Espagaro spericolato, ma è quel che vuole KTM
Nato a Catania nel 1980, studi classici, laurea in Giurisprudenza nel 2006, blogger del settore auto da oltre dieci anni, grande appassionato di motori, sport e tecnologia. Grande esperto di Alfa Romeo, Fiat, Ferrari e Maserati, ho collaborato in qualità di redattore con vari siti specializzati tra cui GenteMotori e Club Alfa. Dal 2017 scrivo per Investireoggi.it e AutoSpecial.it

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here