Mercoledì scorso Waymo ha lanciato un servizio di auto a guida autonoma che gli utenti possono chiamare con un’app in qualsiasi momento, anche se inizialmente i veicoli vedranno la presenza di controllori della compagnia. Con il suo lancio nell’area di Phoenix, la divisione guida autonoma di Google ha battuto altre compagnie in carica per un servizio di autotrasporto autonomo, quasi un decennio dopo che lo spin off di Google ha iniziato a testare la tecnologia di guida autonoma.

Waymo lancia nell’area di Phoneix il primo servizio di taxi a guida autonoma, ecco chi lo potrà utilizzare

Il servizio funzionerà in maniera simile a Lyft o Uber. Per ora, solo i primi utenti selezionati potranno usare Waymo One e vedere le stime di quanto costano le loro corse. Oltre ai piloti umani che saranno inizialmente in macchina con i piloti, i veicoli sono dotati di un sistema che consente ai passeggeri di comunicare con gli agenti di supporto remoto e l’app fornisce agli utenti un modo per valutare il costo delle loro corse.

Anche se Waymo vanta di avere 10 milioni di miglia di esperienza di guida autonoma su strade pubbliche e sta testando un programma libero e completamente autonomo a Phoenix per circa un anno e mezzo con circa 400 utenti volontari, sta introducendo il suo servizio di trasporto a pagamento con un po’ più di cautela. “La tecnologia della guida autonoma è nuova per molti, quindi stiamo procedendo con attenzione con il comfort e la comodità dei nostri utenti in mente”, ha detto il CEO di Waymo John Krafcik in un post sul blog.

Leggi anche: Waymo sulla guida autonoma è avanti di uno o due anni secondo il CEO di Volkswagen

Waymo lancia nell’area di Phoneix il primo servizio di taxi a guida autonoma, ecco chi lo potrà utilizzare

Leggi anche: Ford apre alla possibilità di collaborazioni per lo sviluppo della guida autonoma

CONDIVIDI
Articolo precedenteMotoGP 2019 con novità importanti, nuove regole in arrivo
Articolo successivoCalendario Formula 1 2019, si riparte il 17 marzo da Melbourne
Nato a Catania nel 1980, studi classici, laurea in Giurisprudenza nel 2006, blogger del settore auto da oltre dieci anni, grande appassionato di motori, sport e tecnologia. Grande esperto di Alfa Romeo, Fiat, Ferrari e Maserati, ho collaborato in qualità di redattore con vari siti specializzati tra cui GenteMotori e Club Alfa. Dal 2017 scrivo per Investireoggi.it e AutoSpecial.it

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here