La casa automobilistica tedesca Volkswagen taglierà circa 7.000 posti di lavoro in Germania, principalmente nei suoi stabilimenti situati ad Hannover ed Emden. Lo ha annunciato Frankfurter Allgemeine Zeitung. I tagli sono legati ai piani dell’azienda per aumentare la produzione di veicoli elettrici. Al momento, circa 22.000 impiegati Volkswagen lavorano nelle fabbriche di Hannover e di Emden. La casa automobilistica di Wolfsburg per il momento non ha rilasciato commenti su tali indiscrezioni.

La casa di Wolfsburg prevede di tagliare circa 7 mila posti nei prossimi anni in due stabilimenti in Germania

Una ragione per l’aumento della produzione di auto elettriche è legata al cosiddetto scandalo dieselgate. Al taglio comunque non si dovrebbe procedere attraverso licenziamenti ma con prepensionamenti e spostamenti di dipendenti in altri siti produttivi. Negli stabilimenti in questione dovrebbero venire prodotti i futuri modelli elettrici. Ad Emden troverà spazio la futura berlina compatta elettrica che costerà meno di 20 mila euro. Ad Hannover sarà costruito invece il minibus elettrico ID Buzz e il Bulli. 

Leggi anche: Volkswagen smentisce che il suo presidente fosse al corrente del dieselgate 3 mesi prima

Volkswagen
Volkswagen: secondo la stampa tedesca la casa di Wolfsburg prevede di tagliare circa 7 mila posti nei prossimi anni in due stabilimenti in Germania

Leggi anche: Volkswagen dovrà rimborsare l’intero costo dell’auto ad un suo cliente secondo il tribunale di Ausburg

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here