Ad Uber è stato concesso il permesso dallo stato della Pennsylvania di ripristinare i test dei suoi veicoli autonomi, come riportato da Reuters. Un portavoce della società nelle scorse ore ha confermato che la sua azienda ha ricevuto una lettera di autorizzazione dal Dipartimento dei trasporti della Pennsylvania e ha chiarito che la compagnia non ha ancora ripreso le operazioni di guida autonoma.

Uber ha fermato i test delle sue auto a guida autonoma in seguito a un incidente mortale a Tempe in Arizona questo marzo in cui ha trovato la morte un pedone. Un SUV autonomo Uber, accompagnato da un autista di sicurezza, stava guidando verso nord quando aveva colpito una donna, che era stata portata all’ospedale dove era morta a causa delle sue ferite. Dopo l’incidente, la società americana ha interrotto tutte le sue operazioni di collaudo delle auto a guida autonoma a Pittsburgh, Toronto, San Francisco e Phoenix.

Andando avanti Uber metterà alla prova le sue auto a guida autonoma con maggiore cautela, secondo un rapporto di sicurezza rilasciato di recente. L’azienda richiederà che due dipendenti siano sempre sul sedile anteriore delle proprie auto, che un sistema di frenatura automatico sia abilitato e che i suoi addetti alla sicurezza siano monitorati più strettamente. Ricordiamo infine che la famosa App ha iniziato a sviluppare la propria flotta di veicoli autonomi nel 2015 e ha avviato i test l’anno successivo.

Leggi anche: Ford apre alla possibilità di collaborazioni per lo sviluppo della guida autonoma

Uber
Uber ha ottenuto l’ok per riportare in strada le sue auto a guida autonoma in Pennsylvania

Leggi anche: Waymo sulla guida autonoma è avanti di uno o due anni secondo il CEO di Volkswagen

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here