Tesla ha firmato un accordo con il governo di Shanghai per un appezzamento di terreno di 860.000 metri quadrati per costruire la sua prima Gigafactory all’estero, ha detto oggi il costruttore elettrico in un post che è stato diffuso sui social media cinesi. L’accordo segna un passo fondamentale verso l’obiettivo dell’azienda e dell suo amministratore delegato Elon Musk di produrre automobili localmente in Cina per il mercato in rapida crescita e risolvere così il problema dei dazi sulle auto importate dall’estero a causa della guerra economica tra Cina e Stati Uniti.

Tesla acquista in Cina il terreno in cui sorgerà la sua prima fabbrica all’estero che produrrà inizialmente 250 mila auto all’anno

L’azienda di Elon Musk ha firmato un accordo con le autorità di Shanghai a luglio per costruire la sua prima fabbrica al di fuori degli Stati Uniti, che raddoppierà le dimensioni della sua produzione globale. “La sicurezza di questo sito a Shanghai, la prima Gigafactory di Tesla al di fuori degli Stati Uniti, è un importante traguardo per quello che sarà il nostro prossimo sito produttivo avanzato e sostenibile”, ha dichiarato Robin Ren, vice presidente mondiale delle vendite della casa americana.

Tesla non ha detto quanto ha speso per questo terreno, ma lo Shanghai Bureau of Planning and Land Resources ha detto mercoledì che un appezzamento di terreno di 864.885 metri quadrati è stato venduto all’asta ad un prezzo di 973 milioni di yuan ($ 140,51 milioni). L’obiettivo a lunga scadenza è quello di produrre in questo sito oltre 500 mila vetture elettriche all’anno.

Leggi anche: Tesla Model 3 è l’auto in cui i passeggeri hanno meno probabilità di farsi male per la NHTSA

Tesla
Tesla acquista in Cina il terreno in cui sorgerà la sua prima fabbrica all’estero che produrrà inizialmente 250 mila auto all’anno

Leggi anche: Tesla Autopilot: con l’aggiornamento 9 del software potrebbe arrivare un nuovo miglioramento

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here