Solo dopo il 2022 assisteremo all’arrivo sul mercato della nuova Alfa Romeo Alfetta. La futura ammiraglia della casa automobilistica del Biscione che in un primo momento sarebbe dovuta arrivare già entro il 2018 non è stata inserita nel nuovo piano quinquennale dello storico marchio milanese che fa parte del gruppo Fiat Chrysler Automobiles. In casa Alfa Romeo si è voluto privilegiare l’arrivo di modelli più facili da vendere sul mercato come un Suv di classe E ed un crossover di classe C.

Alfa Romeo Alfetta: la futura ammiraglia del Biscione non arriverà sul mercato prima del 2023

L’obiettivo del resto è quello di raggiungere entro il 2022 le 400 mila immatricolazioni e dunque questi modelli erano quelli che maggiormente possono garantire ad Alfa Romeo di  soddisfare le proprie aspirazioni. Alfa Romeo Alfetta del resto, così come dichiarato in passato dai vertici della società, rappresenterà solo la ciliegina sulla torta nella nuova gamma del Biscione. Dunque il suo arrivo avrà senso solo quando Alfa Romeo avrà finalmente raggiunto livelli di vendite accettabili nel segmento premium del mercato auto.

Prima occorrerà raggiungere il traguardo delle 400 mila immatricolazioni annue

Già con 400 mila immatricolazioni annue il brand di Arese avrà un certo peso sul mercato e potrà permettersi dunque di arricchire la sua gamma con la famosa ammiraglia che tutti si aspettano. La futura Alfa Romeo Alfetta, se davvero si chiamerà così, sarà una vettura molto lussuosa, probabilmente la più lussuosa dell’intera gamma di Alfa Romeo. L’auto dovrebbe nascere su una versione allungata della piattaforma modulare Giorgio e avere motori ancora più potenti di Giulia e Stelvio. Toccherà all’erede di Sergio Marchionne annunciare il suo arrivo dopo il 2022.

Leggi anche: Alfa Romeo Giulia Sport Edition: la nuova versione arriva in Italia e viene messa subito in promozione

Alfa Romeo Alfetta
Alfa Romeo Alfetta: la futura ammiraglia del Biscione non arriverà sul mercato prima del 2023, prima Alfa Romeo dovrà raggiungere il traguardo delle 400 mila immatricolazioni annue

Leggi anche: Alfa Romeo: ecco come sono andate le vendite di Stelvio, Giulia e Giulietta in Europa nei primi 4 mesi dell’anno

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here