Renault ha accusato un calo degli utili nel primo semestre del 2018 rispetto allo stesso periodo dello scorso anno. Complessivamente, il Gruppo francese ha guadagnato circa 2 miliardi di euro nella prima metà dell’anno, quasi un quinto in meno rispetto a un anno fa. Il motivo di questa debacle è stato un calo degli utili nella partecipazione del costruttore francese nella casa automobilistica giapponese Nissan. I francesi detengono il 43 per cento della casa nipponica. L’attività di Renault effettiva, tuttavia, è andata meglio: l’utile operativo nel primo semestre è salito di oltre il 5% a 1,9 miliardi di euro, come annunciato dalla casa francese venerdì a Boulogne-Billancourt.

Nissan fa diminuire gli utili di Renault nel primo semestre del 2018, ecco il motivo

Le vendite sono aumentate solo dell’1,4 percento, raggiungendo i 30 miliardi di euro, nonostante una crescita significativa delle vendite unitarie, perché soprattutto l’euro forte ha rallentato la conversione valutaria. Il CEO di Renault Carlos Ghosn ha parlato di un ambiente instabile. Il calo nei profitti di Nissan è il primo effetto dei dazi del Presidente Donald Trump. Esso infatti è stato causato da un aumento dei prezzi di Alluminio e acciaio che hanno fatto si che i profitti della casa nipponica crollassero.

Leggi anche: Android Auto è disponibile su diverse nuove vetture di Alfa Romeo, Nissan, Volvo e presto Dacia

Nissan fa diminuire gli utili di Renault nel primo semestre del 2018, ecco il motivo

Leggi anche: Renault EZ-GO, ecco l’auto elettrica con guida autonoma che si chiama con un app

CONDIVIDI
Articolo precedenteAlfa Romeo: ecco cosa potrebbe accadere in autunno
Articolo successivoFiat Chrysler non sapeva che Marchionne fosse malato da più di un anno
Nato a Catania nel 1980, studi classici, laurea in Giurisprudenza nel 2006, blogger del settore auto da oltre dieci anni, grande appassionato di motori, sport e tecnologia. Grande esperto di Alfa Romeo, Fiat, Ferrari e Maserati, ho collaborato in qualità di redattore con vari siti specializzati tra cui GenteMotori e Club Alfa. Dal 2017 scrivo per Investireoggi.it e AutoSpecial.it

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here