Dopo lo spettacolo della F1, si torna a parlare di MotoGP e lo si fa entrando nella settimana che porterà al Gran Premio di Misano. Si torna finalmente a correre dopo le tante polemiche che hanno accompagnato la cancellazione di Sivlerstone.

MotoGP, si torna a correre

Stavolta i tifosi italiani sperano che la tappa nel bel paese sia per la MotoGP più proficua di quanto sia stata per la Formula 1 in questo week end appena concluso. Il motomondiale però sembra avere meno sorprese da rivelare ancora, almeno in termini di classifica al vertice. Marquez sempre leader, difficile schiodarlo da quella posizione, per non dire impossibile. Eppure gli inseguitori ancora ci credono, del resto rinunciare significherebbe abdicare a poco più di metà stagione.

Potrebbe interessarti anche: MotoGP, giornata di test, molto bene Ducati Pramac, Yamaha lavora duro

Intanto, in occasione della gara in Italia, una delegazione di piloti farà visita al Santo Padre in Vaticano. Incontro storico per il motomondiale, è infatti la prima volta che questo sport passa dal profano al sacro incontrando un pontefice. L’evento è stato organizzato e fortemente voluto da FMI  CONI. Tra i piloti a partecipare al grande evento ci saranno il campione del mondo in carica e attuale leader della classifica di MotoGP Marc Marquez, nonché il suo compagno di scuderia Dani Pedrosa.

Presente anche Andrea Iannone della Suzuki, e il duo Petrucci – Miller della Ducati Pramac. Ad accompagnare la delegazione della MotoGP ci saranno Giovanni Malagò, presidente del CONI, Carlo Mornati, segretario generale del CONI e Giovanni Copioli, presidente FMI. L’incontro avrà luogo il 5 settembre, dopodiché tutti con la testa a Misano, per una nuova appassionante tappa di questo motomondiale 2018.

Si riparte da Misano, tutto pronto per il ritorno della MotoGP

Potrebbe interessarti anche: Moto GP Silverstone, ancora polemiche: si poteva correre il giorno dopo

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here