Il primo posto di Vinales in Australia, il dominio di Rossi in Malesia, due indizi possono già fare quasi una prova, la Yamaha è tornata grande e il prossimo mondiale di MotoGP potrebbe avere una nuova protagonista.

MotoGP, la Yamaha pronta per il prossimo motomondiale

Marc Marquez non ha dubbi, la Yamaha è tornata. Il primo posto di Vinales e consecutivamente il dominio di Rossi sul circuito di Sepang non può essere una coincidenza. Certo, poi Rossi ha fatto la frittata cadendo a 4 giri dalla fine e consegnando l’ennesima vittoria a Marquez che lo seguiva a ruota, ma è pur vero che tale esito appare totalmente estraneo alle prestazioni della M1 e da imputare semplicemente ad un errore di Rossi.

Potrebbe interessarti anche: MotoGP Sepang, domina Valentino Rossi, ma vince sempre Marquez

Insomma, i passi da gigante della moto sembrano evidenti e sotto gli occhi di tutti, tanto è vero che lo stesso Marquez ha dichiarato che il team di Iwata è ufficialmente tornato tra le grandi e l’anno prossimo, se non si guasta nuovamente nel pre-mondiale, sarà tra le protagoniste per la corsa al titolo, probabilmente insieme alla Ducati e ovviamente alla solita Honda che vanterà anche una coppia da urlo con Marquez e il neo acquisto Lorenzo.

Intanto, la restante tappa che chiuderà il mondiale darà ulteriori indicazioni al team nipponico, si corre il 18 novembre sul circuito di Valencia. I tifosi del pesarese intanto vedono finalmente un po’ di luce alla fine del tunnel, con Rossi che avrà quindi a disposizione altri due anni per diventare deca-campione. Con questa moto si può, ma aspettiamo Valencia prima degli epinici.

Evidenti segnali di ripresa per la Yamaha, il prossimo mondiale di MotoGP fa ben sperare

Potrebbe interessarti anche: MotoGP, Pernat mette in dubbio Rossi, l’età si fa sentire

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here