Il pick up medio Jeep Gladiator è stato presentato nelle scorse ore al Los Angeles Auto Show 2018. La denominazione Gladiator non è una novità per Jeep. Essa infatti fu utilizzata tra il 1962 e il 1970 negli Stati Uniti. E il modello è stato prodotto in Argentina, presso l’impianto IKA (Industrias Kaiser Argentina) di Santa Isabel, Córdoba, tra il 1963 e il 1967. Con questo modello la casa americana di Fiat Chrysler torna nel segmento dei pick up dopo oltre 25 anni. 

Jeep Gladiator: prime immagini ufficiali per il pick up medio che ha debuttato ieri al Los Angeles auto Show 2018

Jeep Gladiator è basato sul fuoristrada Wrangler. La zona anteriore delle due auto è praticamente identica mentre differisce la parte posteriore dove il pick up dispone di un cassone in acciaio che misura 1,52 metri e che garantisce al modello una capacità di carico di 725 kg.

Il pick up che è 48 cm più lungo di Wrangler inoltre dispone di una capacità di traino pari a 3.470 kg. La vettura di Jeep disporrà di due motori: un 3.6 a benzina da 285 CV e un 3.0 turbodiesel EcoDiesel da 260 CV. Sono 4 invece gli allestimenti: Sport, Sport S, Overland e Rubicon.

Jeep Gladiator eredità dalla nuova generazione di Wrangler non solo lo stile ma anche le grandi capacità off road. Il pick up è anche molto tecnologico come testimonia la presenza di numerosi sistemi di assistenza alla guida e di sicurezza. Presente anche il sistema di infotainment Uconnect con Apple CarPlay e Android Auto. 

Leggi anche: Jeep Wrangler e Ram 1500 proclamati suv e pick up dell’anno in USA da Motor Trend

Jeep Gladiator: prime immagini ufficiali per il pick up medio che ha debuttato ieri al Los Angeles auto Show 2018

Leggi anche: Jeep Scrambler: il nuovo pick up sarà rivelato a Los Angeles, adesso è ufficiale

Leggi anche: FCA: Gorlier in EMEA, Wester torna in Maserati, Kuniskis si occuperà di Jeep in USA

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here