Manca ancora l’ultimo capitolo, ma il finale è stato già letto da tempo. Il mondiale di Formula 1 ora si concentra sulla prossima stagione, con la Red Bull che si attende tanto dalla nuova partnership con Honda, dopo l’addio a Renault.

Formula 1, Red Bull ci prova

I motori Honda dovranno dare il massimo nella prossima stagione di Formula 1, lo vuole Red Bull che in passato ha già fatto capire che non è disposta ad un ruolo di comprimario nell’eterna corsa al titolo tra Mercedes e Ferrari, tanto da aggiungere che una situazione del genere significherebbe addio al cyrcus. Insomma, dopo aver abbandonato la Renault, ora l’azienda dell’energy drink ci prova con Honda, ma sa bene che sarà durissima.

Potrebbe interessarti anche: Formula 1, ad Abu Dhabi si chiude il mondiale, curiosità e info

E’ Verstappen tra i primi a dire la sua sul prossimo mondiale di F1. La Honda sta facendo già grandi cose, dice il pilota, ma è davvero enorme il gap da recuperare. Gli fa eco Gasly, il quale, molto realista, afferma che il terreno è davvero tanto. Insomma, non è da escludere che quello del 2019 possa essere uno degli ultimi anni della bevanda energetica in griglia, se non l’ultimo addirittura. Ad ogni modo, il mercato piloti è in fibrillazione.

Giovedì 22 novembre potrebbe esserci il grande annuncio del ritorno di Kubica, per lui ormai vicinissimo l’accordo con la Williams. Anche le altre si muovono, tra queste Ferrari che starebbe pensando di ingaggiare l’ex Sauber Pascal Wehrlein nel ruolo di simulatore al posto di Daniil Kvyat che, lo ricordiamo, dal prossimo anno sarà seduto nella monoposto della Toro Rosso.

Red Bull pianifica il suo futuro in Formula 1

Potrebbe interessarti anche: Formula 1, Ferrari prepara già la nuova stagione, duro compito per la Rossa

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here