Numerosi clienti di Fiat Toro in Argentina hanno lamentato gravi problemi al proprio veicolo. L’allarme ha finito per suscitare l’interesse di diverse associazioni dei consumatori con 3 diverse class action che sono state presentate in tribunale. Una di queste, presentata da United Users and Consumers nelle scorse ore, è stata accolta dal giudice Roberto Cornet, che ha deciso di accettare la richiesta. Il problema nascerebbe da un malfunzionamento del DPF (Filtro Anti particolato) che genera, in alcune occasioni, la perdita di gasolio con conseguente contaminazione del sistema di lubrificazione del motore.

Fiat Toro: una class action è stata presentata in Argentina contro Fiat Chrysler in seguito ad alcuni gravi difetti

Questo problema sarebbe stato talmente grave da aver provocato addirittura la fusione del motore in alcuni esemplari di Fiat Toro. Fiat Chrysler per risolvere il caso ha tolto dal mercato i veicoli che hanno causato il problema. Questo però ha generato un altro effetto perverso. Infatti coloro i quali avevano acquistato le auto tramite un piano di risparmio, sono stati costretti dalla società a cambiare piano e sottoscriverne un altro. Questa situazione ha comportato un pagamento quasi raddoppiato rispetto al precedente piano.

Seguiremo con attenzione la vicenda che sta creando non pochi fastidi a Fiat Chrysler in Argentina dove sono stati venduti fino ad ora circa 12 mila esemplari di Fiat Toro. Vi aggiorneremo naturalmente non appena arriveranno nuovi particolari sulla spinosa questione.

Leggi anche: Fiat 500X Restyling: il debutto della versione rinnovata del celebre crossover avverrà probabilmente al Salone dell’auto di Parigi 2018

Fiat Toro
Fiat Toro: una class action è stata presentata in Argentina contro Fiat Chrysler in seguito ad alcuni gravi difetti riscontrati in alcuni esemplari del Pick Up

Leggi anche: Fiat Chrysler Automobiles: ecco cosa ha detto il CEO Sergio Marchionne al Salone dell’auto di Ginevra su Jeep, diesel e nuove tecnologie

CONDIVIDI
Articolo precedenteFiat Chrysler: dopo Magneti Marelli spin-off anche per Comau
Articolo successivoNissan Murano: le prime foto spia della nuova versione
Nato a Catania nel 1980, studi classici, laurea in Giurisprudenza nel 2006, blogger del settore auto da oltre dieci anni, grande appassionato di motori, sport e tecnologia. Grande esperto di Alfa Romeo, Fiat, Ferrari e Maserati, ho collaborato in qualità di redattore con vari siti specializzati tra cui GenteMotori e Club Alfa. Dal 2017 scrivo per Investireoggi.it e AutoSpecial.it

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here