Louis Camilleri è stato nominato direttore generale della Ferrari il 21 luglio scorso, succedendo a Sergio Marchionne che si è ammalato gravemente e in seguito è morto dopo aver subito complicazioni a seguito di un intervento chirurgico. L’improvviso cambiamento ha sconvolto gli investitori che si aspettavano che Marchionne, rimanesse amministratore delegato e presidente fino al 2021. L’ex CEO è riuscito ad aumentare di molto il valore del marchio e la sua redditività. Fare meglio di lui sarà molto difficile per Camilleri.

Camilleri, nuovo CEO di Ferrari potrebbe essere l’uomo giusto per sostituire Sergio Marchionne alla guida del cavallino rampante

Nonostante ciò però gli analisti sono convinti che il nuovo CEO di Ferrari che proviene dal settore del tabacco possa avere le carte in regola per fare bene come nuovo numero uno del’azienda automobilistica di Maranello. La sfida principale di Camilleri sarà quella di non far rimpiangere Sergio Marchionne continuando a macinare record. Il nuovo amministratore delegato dovrà portare il marchio in una nuova dimensione riuscendo a superare paure come quella di perdere la propria esclusività esplorando settori fino ad ora mai battuti come il segmento dei Suv. Vedremo dunque se realmente il nuovo numero uno di Maranello riuscirà a portare a compimento l’opera iniziata negli scorsi anni da Sergio Marchionne. 

Leggi anche: Ferrari Dino: il secondo prototipo venduto all’asta a fine agosto in USA ad un prezzo record

Camilleri CEO Ferrari
Camilleri, nuovo CEO di Ferrari potrebbe essere l’uomo giusto per sostituire Sergio Marchionne alla guida del cavallino rampante

Leggi anche: Formula 1, si torna in pista: Mercedes vuole rispondere a Ferrari con i fatti

CONDIVIDI
Articolo precedenteNuova Suzuki Vitara: le prime foto ufficiali sono state svelate
Articolo successivoMotoGP, Morbidelli pronto per Brno dopo l’infortunio in Olanda
Nato a Catania nel 1980, studi classici, laurea in Giurisprudenza nel 2006, blogger del settore auto da oltre dieci anni, grande appassionato di motori, sport e tecnologia. Grande esperto di Alfa Romeo, Fiat, Ferrari e Maserati, ho collaborato in qualità di redattore con vari siti specializzati tra cui GenteMotori e Club Alfa. Dal 2017 scrivo per Investireoggi.it e AutoSpecial.it

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here