Circa 370.000 proprietari di auto Volkswagen equipaggiate con motori contraffatti hanno unito le forze promuovendo un’azione legale di gruppo in Germania contro il produttore di auto di Wolfsburg. Lo ha dichiarato giovedì l’Ufficio federale di giustizia. In tutto, 372.000 proprietari sono stati registrati il ​​2 gennaio 2019 nel registro aperto da fine novembre, ha dichiarato all’AFP un portavoce dell’amministrazione. L’associazione tedesca dei consumatori VZBV ha avviato la causa a novembre nel tribunale di Brunswick, a pochi chilometri dalla sede di Volkswagen, che ha ammesso nel 2015 di aver installato 11 milioni di veicoli, di cui 2,4 milioni venduti in Germania.

Questa azione collettiva dovrebbe portare alla prima importante causa intentata dai consumatori in questo caso tentacolare. Lo scopo delle ricorrenti è di stabilire che Volkswagen ha danneggiato deliberatamente i propri clienti installando consapevolmente software che rendono il veicolo meno inquinante di quanto non sia in realtà. I querelanti chiedono danni. Un verdetto positivo da parte del tribunale aprirebbe la strada a richieste individuali di risarcimento finanziario da parte del costruttore.

La registrazione per questa azione collettiva è ancora possibile fino al giorno prima dell’inizio della sperimentazione, prevista per il 2019, ma la VZBV ha incoraggiato i clienti a registrare la loro denuncia prima del 31 dicembre 2018, perché Volkswagen potrebbe obiettare una prescrizione dei fatti oltre tale data. Il “dieselgate” è finora costato più di 28 miliardi di euro tra richiami di veicoli e procedimenti legali al gigante dell’auto. Ma la maggior parte di questo denaro è andato negli Stati Uniti. In Germania, VW ha dovuto pagare solo due multe per un totale di 1,8 miliardi di euro e ha consigliato ai suoi clienti tedeschi le riparazioni meccaniche dei loro veicoli.

Leggi anche: Volkswagen smentisce che il suo presidente fosse al corrente del dieselgate 3 mesi prima

In Germania oltre 300 mila clienti di Volkswagen hanno intentato una causa collettiva verso il produttore di Wolfsburg per chiedere i risarcimenti a causa del dieselgate

Leggi anche: Audi: mega multa per il dieslegate, ecco quanto pagherà la casa automobilistica di Ingolstadt che fa parte del gruppo VW

CONDIVIDI
Articolo precedenteFormula 1, il ritorno di Kubica: ‘sono tornato per restarci’
Articolo successivoMotoGP, la Honda parte ancora una volta super favorita
Nato a Catania nel 1980, studi classici, laurea in Giurisprudenza nel 2006, blogger del settore auto da oltre dieci anni, grande appassionato di motori, sport e tecnologia. Grande esperto di Alfa Romeo, Fiat, Ferrari e Maserati, ho collaborato in qualità di redattore con vari siti specializzati tra cui GenteMotori e Club Alfa. Dal 2017 scrivo per Investireoggi.it e AutoSpecial.it

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here