Bosch fa il punto della situazione al ConnectedForum 2018 di Berlino. Auto elettriche, guida autonoma e connettività, è tutto collegato, o se preferite, connesso. Così l’azienda tedesca illustra i piani futuri e presenti che si intrecciano e che porteranno le nuove auto a livelli altissimi.

Bosch, la connettività è il futuro

E’ Bosch a dirigere le danze, o se preferite il traffico, visto il tema trattato. L’azienda tedesca è sempre più leader del settore e ora punta forte sulla correlazione sempre più stretta tra automobili e tecnologia digitale. La connettività sarà il comune denominatore di tutto il processo rivoluzionario che Bosch si promette di attuare. Niente stress né incidenti l’obiettivo principale.

Auto connesse ad app che ci informano su tutto ciò che incontreremo durante il viaggio, questo l’obiettivo da raggiungere per Bosch. Tale missione rivoluzionerà completamente il nostro modo di spostarci da un punto all’altro con la nostra auto. Una soluzione importante, ma forse anche più di quanto si potrebbe pensare oggi. Secondo le statistiche infatti le grandi metropoli dovrebbero raggiungere numeri mostruosi entro il 2050 con il risultato che il traffico urbano finirà per triplicare.

Leggi anche: Concept Vizzion, l’auto elettrica a guida autonoma di Volkswagen sta per arrivare

Bosch, tra auto elettriche e connettività

Serve quindi trovare la soluzione nei tempi utili affinché tale incremento della popolazione non finisca per rendere il trasporto di mezzi invivibile e insostenibile per tutti. Naturalmente, in tutto questo ci entra di diritto anche il discorso ecologico, e l’auto elettrica è da sempre la soluzione migliore per questo problema. Ad essa sembra poi strettamente collegata anche la guida autonoma, e di conseguenza le auto connesse. Entro il 2025 saranno 447 milioni i veicoli connessi.

Se l’incipit di tutto questo è dato dalle auto elettriche, un must dunque per Bosch diventa risolvere una delle preoccupazioni più comuni, il rischio che la batteria si esaurisca lasciandoci a piedi. Ebbene, lo speciale algoritmo studiato da Bosch darà tutte le informazioni possibili e immaginabili affinché questo non possa mai verificarsi. Inoltre, presto l’energia elettrica potrà raggiungere le batterie direttamente da casa, in pratica potremo ricaricare la batteria della nostra auto con l’energia domestica.

Ecco come Bosch si prepara alla rivoluzione dell’auto elettrica

Leggi anche: Guida autonoma, niente pilota né passeggeri, ecco l’auto senza sedili

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here